Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, Angelini Holding S.p.A. utilizza dei cookie (piccoli file salvati sul tuo hard disk). Angelini Holding S.p.A. impiega cookie di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie. Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.

Sostenibilità

Il gruppo Angelini svolge le sue attività nel rispetto dei più alti standard etici e con attenzione costante alle persone e alle comunità in cui opera. Tale principio trova applicazione concreta nell’attuazione di processi e progetti di sostenibilità ambientale.

Casa Angelini

Innovazione nel segno della sostenibilità

Casa Angelini, sede di Angelini Holding a Roma, è caratterizzata da un'architettura tecnologicamente innovativa ed eco-sostenibile volta a ridurne l’impatto ambientale.
La riqualificazione del lotto da 12.600mq ha visto l’impiego di tecnologie innovative e il rispetto dei requisiti per l'ottenimento della certificazione internazionale LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) di livello GOLD.

L'impegno di Angelini Pharma

I tre siti produttivi di Angelini Pharma sono best practice nella salvaguardia dell’ambiente e dal 2004 hanno ottenuto la certificazione UNI EN ISO 14001:2015, che delinea sistemi di gestione ambientale volti al costante miglioramento delle prestazioni.
Investimenti significativi sono stati fatti per la produzione di energia pulita, tra cui un impianto fotovoltaico da 1.600kW, un moderno sistema di cogenerazione, nuove torri di evaporazione e generatori di vapore ad alto rendimento.
Queste nuove tecnologie sono state integrate in un sistema di gestione automatico, che ottimizza i consumi dei sistemi di climatizzazione tenendo conto dei fattori interni ed esterni agli stabilimenti. Un Energy Management Team monitora il costante miglioramento dei consumi.
Grazie alle misure realizzate, le emissioni annuali di C02 sono già state ridotte di oltre 650 tonnellate.

È inoltre costante l’impegno nel ridurre l’impatto ambientale del packaging, combinando l’innovazione green ai requisiti per la conservazione ottimale del prodotto. Peso e volume del packaging sono stati ridotti, al fine di ottimizzarne il trasporto logistico e ridurre conseguentemente l’inquinamento atmosferico generato dalle emissioni dei veicoli. Sono inoltre utilizzati materiali riciclati.

Fater

La sostenibilità in Fater guida in maniera trasversale tutte le attività; dal design di prodotto e dalla scelta delle materie prime al processo logistico-produttivo fino al post uso. Per questo l'azienda sta gradualmente ampliando l’analisi degli impatti ambientali grazie all’adozione del modello del Life Cycle Assessment.
Consapevole del valore per le generazioni future della sostenibilità delle scelte, Fater sta conseguendo risultati concreti in tutte le fasi del ciclo di vita:

  • Prodotto: su specifiche linee per l'incontinenza, per esempio, Fater ha  ridotto negli ultimi otto anni di circa il 30% le emissioni di CO2 del prodotto lungo l'intero ciclo di vita (fonte: studio Ambiente Italia 2017). Dal 2016 ha la “certificazione della catena di custodia” secondo lo standard PEFC che promuove la gestione sostenibile delle foreste. I prodotti per l’incontinenza commercializzati tramite gare pubbliche sono certificati PEFC: non meno del 90% della polpa vergine di cellulosa utilizzata per tali prodotti proviene da foreste gestite in maniera sostenibile.
  • Processo logistico produttivo: gli stabilimenti sono alimentati principalmente da impianti di cogenerazione; presso lo stabilimento di Pescara sono stati montati filtri ad elevata efficienza, le emissioni per unità prodotta si sono ridotte sia per lo stabilimento di Pescara (- 55% nel 17-18 vs 15-16) che per lo stabilimento di Campochiaro ( -34% nel 17-18 vs anno precedente). Grazie ai progetti logistici implementati sono stati tolti dalle strade circa 3.000 camion  ( a parità di volume trasportato) con una riduzione di CO2 equivalente pari a 1.800 ton. anno.
  • Post Uso: un esempio da parte di Fater di innovazione e senso di responsabilità verso l’ambiente  è l’aver dato impulso, attraverso la sua business Unit Fater Smart, ad un processo tecnologico capace di trasformare i prodotti assorbenti usati in nuove materie prime seconde. I prodotti assorbenti usati di tutte le marche in Italia rappresentano circa il 4% dei rifiuti solidi urbani, da una tonnellata di rifiuti raccolti in maniera differenziata si ricavano 150 kg di cellulosa, 75 kg di plastica e 75 kg di polimero da inserire in diversi possibili cicli produttivi. Fater vuole essere parte della soluzione per dare nuova vita ai prodotti usati e continuare ad offrire prodotti di elevata qualità e performance ai consumatori.

FaterSMART

L'impianto di riciclo

FaterSMART è la business unit di Fater dedicata alla ricerca, sviluppo, industrializzazione e commercializzazione della prima e unica tecnologia al mondo in grado di riciclare prodotti igienici per la persona usati, come pannolini per bambini, pannoloni per incontinenza e assorbenti igienici femminili, e trasformarli in materie prime seconde ad alto valore aggiunto, utilizzabili in diversi processi produttivi.
Il 25 ottobre 2017 è stato inaugurato in Veneto, nel sito del partner Contarina SpA, il primo impianto industriale al mondo in grado di riciclare il 100% dei prodotti assorbenti usati (pannolini per bambini, pannolini per incontinenti e assorbenti femminili). L’impianto si basa sulla tecnologia brevettata da Fater. L’innovazione è completamente “Made in Italy” e ha ricevuto il premio Eco-Innovation nel 2011 (RECALL - ECO / II / 3044409) dalla Commissione Europea.

Bertani Domains

Naturale, trasparente e sostenibile

La cura ed il rispetto dell'ambiente sono da sempre parte della cultura e della filosofia di Bertani Domains. L’azienda agricola che fa parte del gruppo Angelini coniuga valori etici e trasparenza produttiva ad un forte impegno verso la sostenibilità ambientale, che rappresenta non solo un metodo produttivo ma una chiara scelta di comportamento.

Tenuta Novare, il vigneto storico di Bertani e icona produttiva di tutta la Valpolicella Classica, e Tenuta Trerose nel cuore del Vino Nobile di Montepulciano, si trovano al secondo anno del percorso triennale di conversione al regime biologico.

In tutte le proprietà, già dal 2015, è stato eliminato l’uso di diserbanti, insetticidi e prodotti ad elevato impatto ambientale.

Tutte le cantine sono inoltre coinvolte in un programma di ottimizzazione dei consumi energetici.